Fotovoltaico: impianto pannelli solari, incentivi e conto energia Gse

Conviene ancora installare un impianto fotovoltaico nel 2016?

Pannelli solari sul tetto di un edificio

In ogni caso, nonostante la tendenza degli ultimi anni a una progressiva riduzione degli incentivi al fotovoltaico, la risposta alla domanda sulla convenienza del fotovoltaico era e rimane affermativa anche per l'anno in corso.

Installare un un impianto fotovoltaico solare per uso privato conviene sempre, anche nel 2016,  e il fotovoltaico privato resta un ottimo investimento in se stesso anche sotto il profilo esclusivamente economico, in termini di pura remunerazione del denaro investito, anche al di là del suo valore etico in chiave ecologica e ambientalista.

Un privato o un condominio che abbia la possibilità di installare pannelli solari, generalmente sul tetto di un edificio, farà quindi bene a considerare la realizzazione di un impianto fotovoltaico connesso alla rete, che gli permetterà di abbattere i costi dei propri consumi di energia elettrica e ottenere per 20 anni un'ottima remunerazione dell'investimento iniziale, grazie al cosiddetto Conto Energia, una forma di incentivazione basata su una direttiva Europea e applicata anche in Italia a cura del GSE (Gestore Servizi Energetici).

Per valutare la convenienza, e soprattutto per stabilire la dimensione ottimale dell'impianto fotovoltaico, è però necessaria un'attenta valutazione di costi e benefici, che include una serie di fattori, e principalmente:

  • consumo medio previsto di energia elettrica;
  • posizione geografica (che determina la resa dell'impianto fotovoltaico).

Disponendo di questi dati è possibile stabilire, naturalmente con una certa approssimazione:

  • dimensione ottimale e costo dell'impianto fotovoltaico da relizzare;
  • risparmio in bolletta previsto per gli anni di attività dell'impianto;
  • ricavi ottenuti dal conto energia per i prossimi 20 anni;
  • tempi di ammortamento (quanti anni sono necessari per recuperare completamente i costi dell'impianto).

Calcolare questi dati con la migliore approssimazione possibile è un'operazione di una certa complessità ma tutto sommato abbordabile, nella quale cercheremo di guidare il lettore attraverso le pagine di questo sito, dove forniremo anche alcune tabelle per i casi più tipici.

Va segnalato però che si tratta sempre di indicazioni in linea di massima e che ogni installazione di un nuovo impianto presenta caratteristiche specifiche, per cui sarà sempre raccomandabile farsi un'idea più precisa attraverso il sopraluogo di personale specializzato.

La tecnologia fotovoltaica

Come tutte le altre fonti energetiche rinnovabili, la tecnologia fotovoltaica, che consiste nella trasformazione della luce solare in elettricità, rappresenta una fonte di energia decentralizzata, pulita e inesauribile.

Un impianto solare fotovoltaico è costituito da un certo numero di pannelli solari fotovoltaici composti da un gruppo di celle fotovoltaiche realizzate con materiali semiconduttori. Quando un pannello fotovoltaico è esposto alla luce o al calore, l'energia si trasmette attraverso i fotoni al semiconduttore, generalmente costituito da silicio, che rilascia elettroni dai suoi atomi. Il flusso prodotto da questi elettroni genera una corrente continua ("CC").

Quando l'impianto fotovoltaico è connesso alla rete, la corrente generata può essere: 

  • utilizzata direttamente;
  • immagazzinata in una batteria;
  • trasformata in corrente alternata ("AC") da un invertitore di corrente (Inverter).

A differenza della corrente continua, la corrente alternata può essere utilizzata per far funzionare i normali elettrodomestici. Per un utilizzo domestico sarà quindi necessario prevedere, oltre ai pannelli solari fotovoltaici, anche un invertitore per la conversione della corrente continua in corrente alternata.

Energia solare termica ed energia solare fotovoltaica.

L'energia solare può essere trasformata direttamente in calore,  generalmente attraverso il riscaldamento di un fluido esposto ai raggi del sole, oppure può essere trasformata in elettricità grazie all'effetto fotovoltaico, ottenuto esponendo al sole i cosiddetti pannelli solari fotovoltaici, capaci di generare un flusso di corrente elettrica.

Nel primo caso si parla di energia solare termica, nel secondo di energia solare fotovoltaica.